TAGLIO DEI TASSI

Fed: taglio dei tassi previsto a Novembre

Last Updated: 02/05/2024By

Nella riunione tenutasi il 1 maggio la Federal Reserve ha mantenuto invariati i tassi di interesse.

La decisione, che non ha colto di sorpresa gli analisti, è stata giustificata da un’inflazione ancora a livelli troppo alti molto lontana dall’obiettivo prefissato del 2%.

Fed: taglio dei tassi lontano

Negli ultimi mesi non è stato rilevato un costante avvicinamento verso la soglia target di inflazione del 2%.

Per tale ragione, la Fed ha confermato che i tassi rimarranno inalterati il 5,25% e il 5,50% e non prevede un taglio fin quando l’inflazione si muoverà in modo consistente verso il 2%.

Con il vertice di ieri, si tratta del sesto incontro consecutivo in cui vengono mantenuti invariati i tassi.

Primo taglio dei tassi a novembre?

Considerato il livello di inflazione ancora molto elevato, i mercati attendono un taglio dei tassi verso la fine dell’anno.

Le stime della Fed, che proiettano un taglio a novembre, nascono da un trimestre di dati che non lasciavano presagire una riduzione dell’inflazione.

L’inflazione, infatti, è calata dal 7,1% al 2,7%, ma ancora lontana dal target prefissato del 2%.

I prezzi medi sono ancora oltre i  livelli pre-covid, e i costi dei servizi come affitti/ristoranti/assicurazioni non accennano a diminuire.

 

Leggi anche: L’impatto Dei Tassi BCE: Aumentano I Ritardi Nei Pagamenti Delle Rate Dei Mutui

Conclusioni

I recenti indicatori confermano che l’economia ha continuato a espandersi, il mercato del lavoro rimane molto forte e il tasso di disoccupazione basso.

Il tasso di inflazione,  nonostante sia molto migliorato, resta comunque molto elevato.

La Fed afferma che non sarà opportuno un taglio dei tassi fin quando i dati raccolti  non suggeriranno una forte rassicurazione sul raggiungimento della soglia del 2%.

Leave A Comment